COSMÒS

Istituto di ricerche olistiche

[ stampa ]

Località: Piazza Santa Maria alla Fontana, 7, 20159 Mi

sabato 9 FEBBRAIO dalle ore 10:30 alle 12:30

Una chiesa di cinque secoli di splendori. Eretta su una fonte che la storia narra miracolosa, questo santuario è uno dei luoghi più segreti, suggestivi e incredibili di Milano: Santa Maria alla Fontana. Carlo d’Amboise, un militare francese governatore di Milano ai tempi di Luigi XII di Francia, diede ordine di erigere il santuario nel 1507, dal momento che guarì grazie all’acqua curativa della fonte già presente e ben nota: proprio a questa sorgente la chiesa deve il suo nome.
Secondo un’altra tradizione, il santuario fu fatto costruire in questa posizione per via della guarigione di tre bambini francesi, a seguito della visione della Madonna. Ancora ai giorni nostri, sgorga dalla pietra medievale l’acqua “miracolosa” con i suoi “undici zampilli”. Il progetto del santuario è stato nel tempo attibuito a diversi padri: Leonardo, Solari, Bramante, ma alla fine, nel 1982, un archivista scoprì un contratto che attribuiva la paternità di questo progetto all’architetto Giovanni Antonio Amadeo (1447-1522). Dal punto di vista architettonico, si presenta come un Oratorio aperto su due chiostri ai lati di un Sacello. Nel Seicento tutta la struttura originaria fu ampliata, ma solamente nel 1921 fu portata a termine con una facciata di moderna concezione, linearmente ispirata al Rinascimento lombardo. L’interno del santuario è rimasto dominato da una una navata con ordine ionico, sotto cui si scorgono splendide cappelle presenti su entrambi i lati.
Il Sacello si trova dietro e sotto l’abside ed è coperto da una volta a ombrello affrescata con un’iconografia sacra di chiara scuola luinesca.

https://youtu.be/rYR393RN1rs
Pubblicato il 07/02/2019

» Indice di questa sezione